05. Atanasio

...A proposito di arte ...

 

Atanasio Giuseppe Elia:

La ricerca pittorica di Atanasio Giuseppe Elia si distingue per un particolare “timbro” di mediterraneità, il ricordo di civiltà antiche che hanno fatto la storia dei Paesi che si affacciano sul “Mare Nostrum”. Il senso della luce e del colore sono, infatti, i valori caratterizzanti la sua pittura che è molto lontana da qualsiasi forma di figurativismo e che tende, invece, verso una specie di “astrattismo materico” in cui le ampie campiture di pigmento costruiscono, da sole, il “fantasioso” mondo di Elia. Un’aria di irrealtà, infatti, emanano le sue composizioni, un sogno ad occhi aperti che costituisce la sua singolare visione fatta di azzurri del cielo e del mare, di sfumature di verde e di rossi infuocati di magma vulcanico (Senza titolo 2006). Composizioni cromatiche che materializzano lo spirito dell’ambiente Siciliano a cui Elia è da sempre legato, che costituisce la vera linfa vitale del suo fare arte e ne testimonia la cultura. Ma la conoscenza dei valori della sua Terra non consistono in un rifacimento iconografico dell’ambiente come in una certa pittura del recente passato ma sono lo stimolo importante per una traduzione in termini eminentemente mentali, anzi, spirituali di quanto l’ambiente stesso, nei sue molteplici aspetti, presenta ed è capace di offrire. Nel racconto di Atanasio Elia non c’è retorica, egli non indugia, compiacendosi, su particolari letterari che appesantirebbero il naturale svolgimento del suo linguaggio che risulta, invece, scorrevole ed efficace, a volte leggero e delicato, altre volte più forte e incisivo nell’espressione di significati profondi, una sincerità, la sua, che lo pone ad un livello artistico di vera eccellenza, un posto di riguardo che merita e che gli spetta di diritto.

© 2015 - by Donatello Corallo - E-mail: webmaster@apropositodiarte.it